Forum Plus: Scienza, cultura, arte e curiosità, tutto in un unico sito.

Caridina cf. cantonensis varietà Crystal red

Caridina cf. cantonensis varietà Crystal red, i considerati gamberetti più belli in assoluto. Devono la loro selezione al signor Hisayasu Suzuki di Aichi, in Giappone; egli, infatti, acquariofilo esperto ed appassionato in particolare di Caridine, notò che nella vasca in cui allevava Caridina cf. cantonensis (conosciute anche come caridina ape o bee shrimps), vi era un piccolo gamberetto rosso, il quale purtroppo morì poco dopo.

Caridina cf. cantonensis varietà Crystal red

Caridina cf. cantonensis varietà Crystal red

Ma come le leggi della genetica di Mendel insegnano, tre generazioni dopo, individuò tre nuovi gamberetti rossi: riuscì ad isolarli e a farli riprodurre selezionando così un nuovo standard di colore! Questo avvenimento non passò inosservato, tanto che il 17 Maggio del 1996, su alcuni giornali Giapponesi uscì la notizia che diceva: “. Il signor Hisayasu Suzuki è riuscito ad allevare veri e propri Bee shrimp rossi. Ha chiamato il gamberetto “Crystal Red” è gli è stato assegnato un brevetto per questo nuovo gamberetto.”.

Caridina cf. cantonensis

Dunque, le Crystal Red sono una mutazione genetica recessiva della Caridina cf. cantonensis e tutte le Crystal che ora adornano gli acquari di tutto il mondo, derivano da quei tre piccoli gamberetti del signor Suzuki!! Le loro dimensioni non superano i 3 cm, ma la loro colorazione è davvero affascinante e varia tra due tipologie alternative, che possono intercontaminarsi: o corpo fasciato da bande rosse e bande bianche alternate, o corpo tutto rosso con lievi segni bianchi. C’è anche da dire che tonalità ed intensità del colore variano in base ad illuminazione e qualità dell’acqua, che possono influire sulla salute del gamberetto.




Dimorfismo sessuale e alimentazione

Il dimorfismo sessuale, è difficile da distinguere. In generale le femmine sono più grosse, mentre i maschi sono snelli e piccoli. Si possono tranquillamente riprodurre in acqua dolce. Si riproducono ogni 30 giorni circa, la femmina porta per tre settimane le uova (di colore bruno) tra le sue appendici natatorie, dopodichè libera fino a 30 piccoli gamberetti (1,5 mm) già ben formati. Essi, dopo pochi giorni, mostreranno i loro colori vivaci e, in assenza di predatori in vasca, raggiungeranno la maturità sessuale in 5 mesi di vita. Tuttavia, solo una piccola parte delle uova si trasformerà in gamberetti adulti; questo spiega anche le cifre elevate a cui vengono venduti. Instancabili, cercano il cibo continuamente, in particolare tra il muschio e la vegetazione (che deve essere abbondante); non disprezzano le alghe più tenere, il mangime secco, piccoli anellidi o anche verdure bollite (in particolare gli spinaci).

Caridina cf. cantonensis in acquario

Vanno inserite in vasca in un numero nutrito, altrimenti diventano timide e tendono a rimanere nascoste.
Si possono allevare in vasche piccole (dai 15 litri in su), a patto che l’acqua sia sempre ben ossigenata, pulita e priva di sostanze tossiche (la presenza di ammoniaca può risultare fatale). Le caratteristiche di durezza ed acidità dovrebbero mantenersi su valori medi (pH: 6,25/7,5; KH: 2/8; GH 3/10), mentre la temperatura dovrebbe assestarsi all’interno del range compreso tra 14 e 28°C.

Sull’argomento acquariofilia

Caridina cf. cantonensis varietà Crystal red
Vota questo articolo



Forum Plus

Amministratore del sito Forum Plus, appassionato di Internet, informazione e cultura.

Condividi
  •  
  •  
  •  

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Nota: Devi accettare la Privacy Policy per inviare un commento. Qualsiasi tipo di commento non inerente all'argomento verrà immediatamente cancellato.

9 + uno =