Paracheirodon [Pesce cardinale]

I bacini idrici dell’Amazzonia sono ricchi di specie molto amate dagli acquariofili. C’è un genere che comprende solo tre specie che però sono diffusissime negli acquari di tutto il mondo. Si tratta del genere Paracheirodon, appartenente alla famiglia dei Caracidi.

Paracheirodon

Questo genere comprende tre piccoli pesci: il Cheirodon axelrodi (Cardinale), Paracheirodon innesi (Neon) e il Paracheirodon simulans (Neon Verde). Il nome scientifico del Cardinale è leggermente diverso perché inizialmente è stata classificata questa specie e in seguito il Neon e il neon verde; a questi due pesci è stato attribuito quindi il nome di Paracheirodon ovvero “simili al Cheirodon”, anche se fanno comunque parte dello stesso genere. Il nome di questo genere di pesci è stato scelto per via delle caratteristiche dei loro piccoli denti (da Odon= Denti). Il loro habitat di origine è il Sud America, dove vivono in acque scure, basse e leggermente acide.

Paracheirodon - Zone di origine

Paracheirodon – Zone di origine

Tuttavia, bisogna specificare che la zona di provenienza è molto varia e di fatto le tre specie vivono in diverse zone, di conseguenza anche i loro bisogni non sono gli stessi, bisogna quindi sottolineare che non sono fra loro compatibili in acquario, in particolare Neon e Cardinali. Fisicamente hanno piccole differenze, ma tutti e tre hanno una tipica pinna adiposa sul dorso, tra la coda e la dorsale, che è tipica dei Caracidi. La riproduzione in acquario di queste tre specie è molto difficile, poiché la coppia riproduttrice ha una serie di esigenze particolari, così come è difficile salvare le uova dopo la deposizione.

Insomma è molto difficile anche se non impossibile. Prima di parlare delle tre specie nel dettaglio, ecco la classificazione scientifica di questo genere:

  • Dominio: Eukaryota
  • Regno: Animalia
  • Phylum: Chordata
  • Classe: Actinopterygii
  • Ordine: Characiformes
  • Famiglia: Characidae
  • Genere: Paracheirodon

Le specie appartenenti al genere Paracheirodon:

Cheirodon axelrodi (Pesce cardinale)

Questo pesce vive in corsi d’acqua che scorrono nella foresta, in acque scure dalla corrente piuttosto debole. In questi corsi d’acqua si trovano molti residui vegetali che rendono l’acqua leggermente acida. La zona di origine nello specifico è il Brasile (Rio Negro), la Colombia occidentale e il Venezuela (Orinoco).

Cheirodon axelrodi - Pesce cardinale

Cheirodon axelrodi – Pesce cardinale

Morfologia:
E’ lungo circa 4 cm ed è molto simile Neon. Ha una banda rossa attraversa tutto il corpo. E’ sottile e allungato. Il dorso è grigiastro e ha una linea orizzontale azzurro elettrico, lunga tutto il corpo, che riflette molto la luce, anche se meno del Neon. La pancia è bianca. Le pinne sono trasparenti e piccole. La bocca è anch’essa piccola.

Dimorfismo sessuale:
Non è molto evidente, le femmine sono appena più grandi dei maschi e hanno la pancia un po’ più rotonda, sono però differenze impercettibili. Valori di riferimento:

  • pH: Da 4 a 6,5
  • GH: Da 5 a 12
  • Temperatura: Da 25 a 28°C

Paracheirodon innesi (Pesce Neon)

Il Neon è originario del Perù, dove abita i fiumi Rio Putumayo, Maranon, Ucayali e Solimões, si trova anche nel Rio delle Amazzoni. Vive quindi in acque torbide ma anche in fiumi limpidi e calmi e vuole acqua più tenera rispetto al Cardinale ma comunque leggermente acida.

Paracheirodon innesi - Pesce Neon

Paracheirodon innesi – Pesce Neon

Morfologia:
E’ molto simile al Cardinale, anche nelle dimensioni, ma la banda rossa del Neon inizia a metà del corpo e le pinne sono più sviluppate. I colori sono più riflettenti, ecco quindi spiegato il suo nome. Il corpo è corto, affusolato, il dorso è grigiastro con piccoli puntini scuri. Anche questo pesce ha una banda orizzontale azzurra. La pancia è bianca. La bocca è piccola. Le pinne sono trasparenti e piccole.

Dimorfismo sessuale:
Anche per loro non è affatto evidente, le femmine sono più grandi dei maschi e hanno la pancia un po’ più rotonda. Valori di riferimento:

  • pH: Da 5,5 6,5
  • GH: Da 4 a 8
  • Temperatura: Da 20 a 24

Paracheirodon simulans (Neon Verde)

Questa specie è diffusa in Sud America, nel Rio Negro nell’Orinoco, l’area è quasi la stessa del Cardinale e quindi anche i valori dell’acqua devono essere gli stessi in cui si allevano i Cardinali. Questa specie è quasi sempre di cattura.

Paracheirodon simulans - Pesce Neon verde

Paracheirodon simulans – Pesce Neon verde

Morfologia:
E’ più piccolo del Cardinale, arriva a 2.5 cm circa, è simile anche nella forma al Cardinale ma la livrea è un po’ differente testa e dorso sono grigio/verdi. Anch’esso presenta una fascia orizzontale azzurro elettrico. La banda rossa parte da metà corpo come per il Neon. Come per gli altri due, le pinne sono trasparenti. La gola è trasparente e si riescono a scorgere gli organi interni. La pancia è beige e presenta una fascia rossa un po’ sbiadita. Sulla livrea ci sono dei puccoli puntini scuri.

Dimorfismo sessuale:
Non è evidente. Come per gli altri, le femmine sono un po’ più grandi e hanno la pancia un po’ più rotonda. Valori di riferimento:

  • pH: Da 4 a 6,5
  • GH: Da 5 a 12
  • Temperatura: Da 25 a 28°C

Acquario per pesci Neon

L’acquario in cui vanno allevati non deve essere piccola perché sono pesci che devono essere tenuti in gruppi da almeno dieci. In natura vivono in gruppi numerosissimi e bisogna rispettare almeno il numero di 10 esemplari, salendo di litraggio si può salire di numero, e sarebbe ancora meglio. Serve una vasca sviluppata in lunghezza, almeno 80-100 cm per 10 esemplari. Si parla quindi di 100 litri netti minimo. L’arredamento della vasca per queste tre specie deve rispettare alcune caratteristiche, oltre alle dimensioni e ai valori sopra citati.

Sarebbe meglio inserire uno sfondo scuro per ricreare un ambiente più simile al loro habitat, e bisognerà piantumare la vasca, infatti questi tre pesci amano nascondersi tra le piante per acquario; ovviamente senza esagerare perché devono pur sempre avere spazio per il nuoto, che sarà nella zona centrale. Meglio inserire anche legni e sassi per ricreare un ambiente naturale. Nel caso si volesse rendere l’acqua ambrata questi tre pesci apprezzeranno sicuramente.

Si nutrono di piccoli crostacei, insetti e detriti vegetali. In acquario si alimentano anche con scaglie ma bisogna integrare con dafnie e piccoli insetti. Come compagni di vasca si possono inserire degli Hemigrammus (tendendo conto che si dovrà salire di litraggio, visto che anche questi ultimi devono stare in gruppo) oppure piccoli ciclidi provenienti dalle stesse zone. Anche i Loricaridi possono essere buoni compagni, sempre tenendo conto delle dimensioni della vasca.

Evitate accuratamente i Poecilidi (Guppy, Platy, Portaspada) perché, pur essendo una delle accoppiate che più si vede, è del tutto errata in quanto hanno bisogno di valori del tutto differenti. Per lo stesso motivo non si possono inserire Cardinali e Neon nella stessa vasca.

Articolo di Phibi

Sull’argomento acquariofilia, ti potrebbero interessare:

Altri articoli sui pesci di acqua dolce:

Paracheirodon [Pesce cardinale]
10 (100%) 1 vote

Forum Plus

Amministratore del sito Forum Plus, appassionato di Internet, informazione e cultura.

Condividi
  • 1
  •  
  •  

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Nota: Devi accettare la Privacy Policy per inviare un commento. Qualsiasi tipo di commento non inerente all'argomento verrà immediatamente cancellato.

15 − 14 =