Forum Plus: Scienza, cultura, arte e curiosità, tutto in un unico sito.

Pesce rosso: Carassius auratus

Il comune pesce rosso, (precedentemente Carassius auratus auratus ) sono pesci resistenti che sono ben noti a tutti gli acquariofili ma anche a chi di acquariofilia non se ne intende. Sono colorati, poco costosi e facilmente disponibili in commercio in tutto il mondo. Questi pesci sono considerati da molti degli animali domestici, perché possono essere molto simpatici, intelligenti e sono bellissimi da guardare. Il pesce rosso comune è un membro della famiglia dei ciprinidi. La popolare carpa Koi, comunemente tenuta in stagni è anche lei un membro della famiglia dei ciprinidi.

Il pesce rosso, nome scientifico di questo pesce:  Carassius auratus

Pesce rossoCarassius auratus

Il Carassius gibelio era un pesce di color argento e di colore grigio, ma durante la dinastia Jin, tra gli anni 265 e 420, è stato notata una mutazione genetica naturale che produsse delle specie di un colore giallo arancio. A quei tempi, era diventata una pratica comune allevare quei pesci che avevano un colore che ricordava l’oro, e nel corso del tempo una grande varietà di razze di varie forme e dimensioni si son sviluppate. Altre mutazioni naturali nei tempi passati del Carassius sono stati di color rosso e giallo. Oggi, sono disponibili in vari colori anche di tinta unica e combinazioni di bianco, giallo, arancio, rosso, marrone e nero.

Il Carassius auratus in acquario

Il Carassius gibelio è uno dei più resistenti della varietà di Carassius dal colore oro. Potrebbero essere stati i primi nella storia dei pesci in assoluto che siano stati allevati per primi nel campo dell’hobby dell’acquariofilia. Un pesce sopratutto indicato per i principianti acquariofili, perché sono pesci facili da allevare in acquario. Possono adattarsi a molte differenti varietà di condizioni dell’acqua in acquario, inoltre, non esigenti, mangiano tutto ciò che gli viene offerto senza nessun problema. La maggior parte dei pesci d’acqua dolce in acquario sono pesci tropicali, ma i pesci rossi sono un’eccezione. Si tratta di pesci d’acqua fredda, preferiscono una temperatura acquario tra tra i 18° e i 22°C. Il Carassius auratus in acquario, è durevole e molto versatile, possono tollerare temperature tropicali fino a pochi gradi sopra lo zero. Possono essere allevati in acquario senza un riscaldatore. Si consigliano regolari cambi d’acqua settimanali di 1/4 o un 1/3 dell’acqua in acquario.

Acquario per pesci rossi

Acquario per Carassius auratus

I Carassius auratus sono pesci molto attivi in acquario e possono nuotare abbastanza velocemente, sono anche molto sociali con altri pesci pacifici. Insieme con gli altri pesci rossi, come il pesce rosso Cometa e il pesce rosso Shubunkin, sono l’ideale per vivere insieme in uno stagno. In grandi spazi, come ad esempio un laghetto, possono andare d’accordo anche con le carpe koi, e possono anche facilmente trovare le condizioni ideali per deporre le uova sovrappopolando rapidamente il laghetto. Se sono tenuti in un acquario di comunità con altri pesci d’acqua dolce, l’acquario deve essere progettato per le esigenze degli altri pesci. Non solo si ha bisogno di un riscaldatore, ma ci sarà anche bisogno di un buon sistema di filtraggio.

Il pesce rosso ai giorni nostri

Il pesce rosso di oggi sono discendenti di una carpa selvatica, conosciuta come la carpa argento di Prussia, o Carpa Carassius gibelio descritto da Bloch nel 1782. Per molti anni si è creduto che i pesci rossi avevano avuto origine dalla carpa Crucian o dalla carpa Golden (oro). Il Carassius auratus auratus fu descritto da Linneo nel 1758. Questa carpa selvatica ebbe origine in Asia centrale. Abitano in corsi d’acqua lenti dei fiumi con laghi, negli stagni, nei fossi e si nutrono di piante, detriti, piccoli crostacei e insetti. I Carassius auratus invece, sono originari della Cina. Questa specie era normalmente di color argento o di color grigio, solo dopo intorno l’anno 1500 i pesci rossi sono stati introdotti in Giappone, in Europa nel 1600, e in America dopo il 1800. I risultati di questo secolare impegno è i colori meravigliosi dei pesci rossi si possono vedere le forme che vediamo oggi. Altre mutazioni naturali sono il rosso e il giallo, e oggi, ci sono vari colori di tinta unica e combinazioni di bianco, giallo, arancio, rosso, marrone e nero. Oggi i pesci rossi sono distribuiti in tutto il mondo e ci sono più di 125 specie in cattività allevate e nuove varietà che si sono sviluppate.

Pesce rosso Carassius auratus Black moor giapponese

Black moor giapponese

Il pesce rosso comune è una forma allungata, una varietà dal corpo piatto di Carassius auratus. La testa è ampia ma breve ed ha una forma del corpo uniformemente, la pinna caudale è biforcuta, le pinne generalmente sono in posizione eretta, e il bordo della pinna dorsale è leggermente concavo. La vita media dei pesci rossi è 10 fino ai 15 anni, pur arrivando a vivere in vari casi oltre i 20 anni, è raro che questi pesci vivano così a lungo in acquario piuttosto che in un laghetto. L’ambiente del Carassius auratus comune ha un fattore determinante; se il vostro animale domestico cresce al suo pieno potenziale nelle dimensioni o è di poco inferiore. In un acquario di medie dimensioni, se ben curato e non affollato, possono crescere fino a circa 10 cm. In una più grande, un acquario poco affollato, possono crescere raggiungendo circa i 18 e i 20 cm. Se tenuto in un ampio laghetto, possono raggiungere oltre i 30 cm. Alcuni acquariofili, hanno allevato in un laghetto pesci rossi che hanno raggiunto nel corso degli anni i 45 cm.




Alimentazione pesce rosso

Dal momento che i Carassius auratus sono onnivori, il pesce rosso comune potrà mangiare tutti i tipi di cibo fresco, congelato, e in fiocchi. Per mantenere un buon equilibrio nella loro dieta. bisogna dar loro un mangime in scaglie di alta qualità tutti i giorni. Per la cura del vostro pesce rosso, può mangiare artemia (vivo o congelato), vermi e Daphnia. Di solito è meglio nutrirli con i cibi liofilizzati in contrapposizione al cibo vivo per evitare i parassiti e le infezioni batteriche che potrebbero esserci.

Allestimento acquario per Carassius auratus

L’allestire un acquario per i pesci rossi deve essere fatto in modo che non mancherà di tenere i vostri pesci felici, è il primo passo verso il successo. La forma e le dimensioni dell’acquario sono importanti e dipende dal numero di pesci rossi che si vuole allevare. Questi pesci hanno bisogno di molto ossigeno e producono un sacco di rifiuti organici. Il nostro acquario dovrà avere una buona filtrazione, biologica in particolare, molto utile per mantenere la qualità dell’acqua dell’acquario. Sistemi di filtrazione che rimuovono gran parte dei detriti, cibi in eccesso e rifiuti. Questo a sua volta contribuisce a mantenere pulito l’acquario e mantiene alta la salute in generale dei nostri pesci rossi. I Carassius auratus sono pesci d’acqua dolce, ma hanno una certa tolleranza per l’acqua leggermente salmastra. Il livello di salinità per i pesci rossi deve essere mantenuta bassa, inferiore al 10% con un peso specifico inferiore a 1.002. Un grande acquario contribuirà a ridurre al minimo la sofferenza dei nostri pesci rossi e dalla carenza di ossigeno. Una vasca allungata offre più area (e ossigeno) di una vasca alta.

Prepariamo un substrato di ghiaia per contribuire a creare un ambiente naturale e confortevole per i vostri pesci. È possibile aggiungere un po ‘di arredamento, ma bisogna fare in modo che tutta l’ornamentazione sia liscia e senza punti sporgenti o bordi taglienti per non ferire i nostri pesci. Rocce per acquario lisce o legni dovrebbero essere usati e inseriti in vasca con parsimonia se non per nulla. Piante per acquario; sarebbero la scelta migliore per la decorazione dell’acquario per i pesci rossi, ma purtroppo questi pesci sono scavatori. Di conseguenza, le piante vive possono essere sradicate. Le piante artificiali sono un buon sostituto a quelle vere, quelle in seta sono più sicure di quelle in plastica. L’illuminazione non è essenziale per i pesci rossi, ma si può fornire un illuminazione per un aspetto estetico o per la crescita di eventuali piante acquatiche.

Malattie dei pesci rossi

Il pesce rosso comune è soggetto alle stesse malattie come nei pesci tropicali. I malattie più comuni sono l’Ictio, malattia della vescica natatoria, parassiti e vermi che si possono attaccare a loro.

Nomi, specie e varietà comuni:

  • Pesce rosso veiltail
  • Pesce rosso cometa
  • Pesce rosso black moor
  • Pesce rosso Ranchu
  • Pesce rosso Oranda
  • Pesce rosso Ryukin
  • Pesce rosso Panda
  • Pesce rosso Fantail
  • Pesce rosso Shubunkin
  • Pesce rosso Tosakin
  • Pesce rosso ponpon
  • Pesce rosso Telescopio
  • E molti altri..

Riproduzione dei pesci rossi

Come detto prima, è più facile che questi pesci si possano riprodurre più facilmente in spazi molto grandi come in un laghetto. La riproduzione in acquario, invece, è molto difficile ma non impossibile. I maschi del pesce rosso possono avere piccole macchie bianche chiamate tubercoli, quando sono pronti a deporre le uova, le femmine possono essere notevolmente più grandi per via delle uova. I maschi possono iniziare a inseguire le femmine intorno alla vasca come segno di volersi riprodurre.

Carassius auratus classificazione scientifica

  • Regno: Animalia
  • Phylum: Chordata
  • Classe: Actinopterigi
  • Ordine: Cypriniformes
  • Famiglia: Cyprinidae
  • Genere: Carassius
  • Specie: Carassius auratus

Altro sui pesci rossi

Articoli correlati che ti potrebbero interessare:

Pesce rosso: Carassius auratus
10 (100%) 1 vote



Forum Plus

Amministratore del sito Forum Plus, appassionato di Internet, informazione e cultura.

Condividi
  • 1
  •  
  • 1

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Nota: Devi accettare la Privacy Policy per inviare un commento. Qualsiasi tipo di commento non inerente all'argomento verrà immediatamente cancellato.

10 − 1 =