Forum Plus: Scienza, cultura, arte e curiosità, tutto in un unico sito.

Pompe di movimento acquario marino

L’importanza delle pompe di movimento dell’acqua in un acquario marino è molto importante. Inoltre, è uno degli aspetti più naturali e semplici da ricreare usando delle speciali pompe di movimento. Il movimento dell’acqua spesso è trascurato in molte vasche o erroneamente interpretato come inutile. Non è affatto vero perché con questa tecnologia seppur semplice si possono ricreare le stesse condizioni come in natura per attivare diversi procedimenti sia meccanici che biologici.

Pompe di movimento acquario marino

Molti organismi di barriera sono abituati a diverse correnti di acqua. In alcuni casi, sono molto forti e li mantengono in salute favorendo un ottimo ricircolo di acqua portandogli cibo, ossigeno e sostanze nutritive altrettanto porteranno via i loro prodotti di scarto.

Pompe di movimento per l’acquario marino

La maggior parte dei coralli non ha la grande capacità di rimuoversi i prodotti di scarto dalla loro superficie. Sopratutto se parliamo di coralli soft che durante la propria muta hanno bisogno di un movimento circolare per rimuovere il tessuto di scarto cosi da favorire la guarigione. Oltre a fornire nutrienti essenziali il movimento dell’acqua influenza anche:

  • La crescita dei coralli.
  • La formazione di nuove colonie di coralli.
  • La crescita problematica di alghe.
  • La salute dei pesci.

Diversi scrittori di manuali come Veron e Sprung dopo varie prove hanno riportato che la nuova crescita di Acropora riposizionate dove il movimento è debole ha evidenziato una crescita esile del corallo. Al contrario, riposizionandole vicino ad una corrente sostenuta l’Acropora iniziava a crescere in modo vistoso. Questo ci fa capire che ogni corallo ha le proprie esigenze di flusso. Un altro aspetto importante da considerare nell’uso delle pompe di movimento è il movimento superficiale molto importante per eliminare la CO2 in eccesso che potrebbe creare sbalzi considerevoli di pH.

Esistono vari tipi di pompe di movimento come le Pompe sommerse. Sono le classiche pompe presenti in tutti gli acquari, montate al vetro con delle ventose che tramite una griglia inferiore di aspirazione movimentando l’acqua tramite la classica girante interna.

L’uscita dell’acqua essendo molto concentrata all’interno di un tubo di varie dimensioni è molto forte e potrebbe creare problemi. Questo perché si concentrerebbe solo in un punto, in più il consumo di questi modelli è molto elevato come per il calore prodotto.




Vari tipi di pompe di movimento

Abbiamo le Powerhead che sono uguali al tipo descritto precedentemente ma dotate di uscita direzionabile e di aspirazione venturi per collegare degli accessori. Le più usate e performanti rimangono le Stream, le “Ferrari” delle pompe di movimento. La Tunze è il maggiore produttore di questa tipologia di pompe e secondo me le migliori sul mercato. Sia come rapporto tra qualità e prezzo e per i consumi energetici veramente bassi. Anche se da diversi anni stanno emergendo molte altre marche che si stanno imponendo sul mercato. Da abbinare a questa tipologia di pompe ci sono i simulatori di onde chiamati Wavemakers elettronici che producono fedelmente il moto ondoso all’interno della vasca.

Scelta della potenza delle pompe di movimento

Ora cerchiamo di capire le linee guida per la corretta scelta della potenza. La scelta della potenza dipende da molti fattori come il tipo di coralli, la lunghezza della vasca dai pesci ospitati, dal tipo di rocciata creata e se abbiamo degli invertebrati. Se siamo senza coralli con una classica rocciata al centro senza troppi anfratti ci si può limitare a 10 volte il litraggio netto della vasca. Con coralli molli e LPS bisogna salire fino a 16/17 volte, creando un movimento alternato con pompe che possono essere accese e spente più volte senza danneggiarsi.

Di solito questi tipo di pompe sono elettroniche con speciali rotori e alberini che se sollecitati con molte accensioni non si rompono al contrario delle comuni pompe. Con coralli più esigenti come per una Acropora, bisogna superare le 20 volte fino ad arrivare alle 40 volte o oltre le la vasca supera il metro e cinquanta di lunghezza.

Calcolo potenza in litri

Ricordo che il calcolo della potenza litri/h va fatto sul netto dell’acqua contenuta nell’acquario, quindi se abbiamo una vasca da 200 litri netti con coralli molli necessità di un movimento di almeno 2000 l/h divisi in 2 pompe di movimento. Non è una regola fissa dopo sta all’utente capire se la potenza è consona alla propria vasca.

Esempi di pompe di movimento dell’acqua per acquario

Pompe di movimento acquario marino
6 (60%) 1 vote



Forum Plus

Amministratore del sito Forum Plus, appassionato di Internet, informazione e cultura.

Condividi
  • 1
  •  
  • 1

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Nota: Devi accettare la Privacy Policy per inviare un commento. Qualsiasi tipo di commento non inerente all'argomento verrà immediatamente cancellato.

cinque × due =