Pygocentrus piraya e il Serrasalmus manueli [Piranha]

In questo articolo vedremo due interessantissimi piranha, il Pygocentrus piraya e il Serrasalmus manueli. Caratteristiche e allevamento in acquario.

Serrasalmus manueli

Il Serrasalmus manueli è un grande piranha che raggiunge una lunghezza di 36 centimetri. Il suo colore è argento con una luce blu/verde. la gola e la pinna pettorale sono di colore rosso-arancio. I lati del corpo mostrano numerose macchie allungate. La forma dei suoi denti è triangolare, affilati, micro-seghettati e taglienti disposti in modo che le punte quando chiude la bocca non rimangano sovrapposti. Il piranha Serrasalmus manueli abita nel Rio delle Amazzoni e nell’Orinoco in Brasile e in Venezuela. Predilige acque ferme e non fiumi e torrenti. Vivono, come molte altre specie di piranha, solo in acqua non inquinata, sono estremamente sensibili all’inquinamento delle acque.

Pygocentrus piraya

Pygocentrus piraya

Possono mangiare frutti, semi, pinne di altri pesci e carne. Considerato da alcuni acquariofili come una specie delicata, necessitano di una buona qualità dell’acqua e di ossigenazione. E’ una specie solitaria in natura e anche in acquario. Non è un pesce per acquariofili inesperti. Questo piranha cresce fino a 33 centimetri di lunghezza, per un giovane esemplare, è possibile allevarlo in un acquario da almeno 400 litri. Vivono in acque profonde o in canali fluviali, ma possono anche essere trovati in insenature e in lagune.

Serrasalmus manueli in acquario

E ‘una specie di piranha molto aggressiva e di grandi dimensioni, quindi, andrebbe allevato solo da acquariofili esperti che possiedono vasche di grandi dimensioni. La vasca dovrà essere allestita con una buona vegetazione con possibilmente piante galleggianti, acqua ben ossigenata e pompe di movimento dell’acqua per dar loro una buona corrente. L’ideale sarebbe di fornirgli un ampio spazio per farlo nuotare. Non esiste nessuna specie compatibile di pesce per questi piranha, verrebbero predati subito. Una specie di piranha molto difficile anche per la sua sensibilità ai cambiamenti chimici dell’acqua, anche lo smembramento di un pesce in vasca potrebbe alterarli o portargli anche malattie. Si può alimentare con tutti i tipi di carne tranne però quella di maiale.

  • pH: 6,9-7,3
  • dH: 5-12
  • Temperatura: 24-28 C

Pygocentrus piraya

Questo piranha dal nome scientifico Pygocentrus piraya (Cuvier 1819) viene anche conosciuto come Pygocentrus bidorsalis. In natura, questi pesci vivono nel bacino del Rio São Francisco in Brasile. Questi piranha sono di notevoli dimensioni, in natura arrivano a crescere anche fino a 50 centimetri di lunghezza mentre le altre sue specie simili come il Pygocentrus nattereri e il Pygocentrus cariba sono visibilmente molto più piccoli di dimensioni. Il Piranha Pygocentrus piraya è molto simile al Pygocentrus nattereri; la differenza più evidente sta nella mandibola, che nel Pygocentrus piraya è molto più sviluppata. In natura è veramente aggressivo ed è una delle specie di Piranha veramente considerate pericolose per l’uomo. Lo si può trovare esclusivamente in branchi, cosa che rende questa specie ancor più pericolosa. Questi piranha possiedono denti larghi e taglienti come un rasoio.

Pygocentrus piraya

Pygocentrus piraya

La forza delle loro mandibole e i loro affilati denti, possono provocare seri danni sia agli animali che alle persone. Non vi è nessun dimorfismo sessuale tra maschio e femmina di Pygocentrus piraya. Si possono riconoscere i sessi solo in fase di riproduzione. Il piranha Pygocentrus piraya caratterizzato dal suo tipico colore giallo, si trova solo nel Rio di San Francisco, il che li rende relativamente rari come specie sopratutto per la loro difficoltà di cattura. In natura, vivono in branchi riuscendo a realizzare veri e propri agguati intelligenti per poter predare. Data la rarità di questa specie di piranha, non vi sono molte altre informazioni, ed è veramente difficile trovare appassionati di acquariofilia che li allevino. E’ più facile poterli vedere dal vivo in qualche grande acquario pubblico.

Pygocentrus piraya in acquario

In natura questi piranha non hanno assolutamente una vita facile, possono essere loro stessi predati da altri animali o possono essere cannibalizzati dai loro compagni di branco. In cattività, invece, hanno una aspettativa di vita più lunga se ovviamente allevati nelle migliori condizioni raggiungendo anche i 25 anni di età. Dato le dimensioni che possono raggiungere, un esemplare adulto di Pygocentrus piraya necessita di una vasca di almeno 300 litri per un solo esemplare, per un gruppo di questi piranha, sarà necessaria una vasca dai 1000 litri in sù. La vasca ideale per questi pesci deve essere allestita ricreando un tipico ambiente amazzonico per Piranha utilizzando grosse radici, piante acquatiche resistenti e piante acquatiche galleggianti.

Essendo pesci di fiume abituati a forti correnti di acqua, non dovrebbero mancare delle pompe di movimento che gli consente inoltre di tenersi in forma senza rallentare troppo il loro metabolismo. La convivenza con altri pesci è praticamente impossibile, si può provare con piccole specie di pesci di comunità da fondo, ma il rischio che vengano predati c’è sempre. Si possono alimentare con tutti i tipi di carne tranne quella di maiale, gamberetti e altri preparati sempre a base carnosa. Non si conoscono casi verificati di riproduzione in acquario di questa specie di piranha. Le femmine sono sistematicamente eliminate durante l’allevamento dai maschi. La ragione di questo comportamento di cannibalismo è ancora sconosciuta.

  • pH: da 8 a 9
  • KH: 7-10
  • GH: 10-12
  • Temperatura: da 26 a 27

Sull’argomento acquariofilia

Altri articoli sui piranha

  1. Pygocentrus cariba
  2. Piranha: Evoluzione, specie, generi e classificazioni
  3. Serrasalmus compressus
Pygocentrus piraya e il Serrasalmus manueli [Piranha]
8 (80%) 1 vote

Amministratore del sito Forum Plus, appassionato di Internet, informazione e cultura.

Condividi
  •  
  • 3
  •  
  • 1
  •  
    4
    Shares