Forum Plus: Scienza, cultura, arte e curiosità, tutto in un unico sito.

Riso di Pavia sostituito dalla Lomellina (Quinoa)

Il riso di Pavia avrebbe trovato un sostituto per una coltivazione alternativa e ciclica nella Lomellina. Si tratta della quinoa, un grano andino che ha nutrito per 7 mila anni l’intera popolazione del sudamerica e che oggi è sempre più apprezzata nel mondo, a tal punto che la sua domanda ha superato la capacità di produzione dei principali paesi coltivatori, il Perù e la Bolivia.

Consumo e utilizzo della Quinoa

Il consumo e l’utilizzo della quinoa nell’arte bianca in Italia non è più una novità, grazie alla sua versatilità, all’alta digeribilità, e alle sue proprietà salutistiche. Inoltre essendo privo di glutine è indicata per i celiaci. Ben 27 sindaci pavesi hanno accolto con entusiasmo la proposta del governo peruviano attraverso il consolato generale del Perù a Milano che ha fatto da tramite di promuovere la coltivazione di questo pseudo-cereale nella Lomellina, territorio adatto per le sue condizioni climatiche e la sua predisposizione tecnica grazie alle risaie.

Riso di Pavia

Riso di Pavia

Dei tremila diversi genotipi di quinoa, basterebbe coltivare la varietà più diffusa per favorire l’impatto ambientale con un ciclo produttivo da intercalare nei periodi primaverili ed estivi perché a differenza del riso la quinoa sfrutta molto di meno il terreno. Produce quattro volte di meno in confronto al frumento ma il suo valore commerciale supera qualsiasi aspettativa per le sue caratteristiche salutari. È ricca di proteine e minerali, vanta un alto contenuto di vitamina B, C, E, ed è priva di glutine, ha spiegato Alberto Vercesi, docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, in occasione del Festival della Quinoa Fusion, promosso dal consolato del Perù a Milano, in collaborazione con il comune di Villa Biscossi e il comune di Sannazzaro de’ Burgondi.




La FAO

La FAO, infatti, aveva dichiarato il 2013 “L’anno Internazionale della Quinoa”, con l’auspicio che il “grano degli Inca” potesse diventare una soluzione per nutrire e sfamare il mondo. Verso l’Expo 2015, la proposta è più che mai attuale. “Siamo interessati alle novità per alimentare il pianeta e mettiamo a disposizione le nostre strutture di ricerca”, ha detto Daniele Bosone, presidente della provincia di Pavia e assessore all’Agricoltura nell’incontro di sabato 11 gennaio che ha radunato un gruppo nutrito di agricoltori della Lomellina.

Il console del Perù a Milano, Ramiro Silva, ha ricordato il ruolo fondamentale che il suo governo si è proposto verso l’Expo 2015, considerando la fruttifera biodiversità peruviana. “Cinquecento anni fa, nell’incontro dei due mondi, il Perù disse: Eccovi la patata (uno dei 12 prodotti originari del Perù diffusi nel mondo ndr), ora vi diciamo: eccovi la quinoa”.

Fonte: www.all-tv.tv

A proposito di riso

Riso di Pavia sostituito dalla Lomellina (Quinoa)
Vota questo articolo



Forum Plus

Amministratore del sito Forum Plus, appassionato di Internet, informazione e cultura.

Condividi
  •  
  •  
  •  

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Nota: Devi accettare la Privacy Policy per inviare un commento. Qualsiasi tipo di commento non inerente all'argomento verrà immediatamente cancellato.

17 − 5 =