Pokémon (anime giapponese)

I Pokémon hanno letteralmente spopolato, alla loro uscita nel 1996, diventando uno dei cartoni animati preferiti dai ragazzi, fino a diventare un marchio franchise.

Pokémon

Nati come personaggi di un videogioco, e realizzati dall’informatico giapponese Satoshi Tajiri, i Pokémon sono delle creature immaginarie, che si possono catturare con delle sfere, per poi farli allenare e combattere, durante gli sviluppo dei videogiochi e della serie tv, il loro numero è notevolmente cresciuto, dai 170 della prima serie.
Il nome di queste creature deriva dall’unione delle parole “pocket” e “monster”, ovvero “mostri tascabili”, ma per realizzarli l’autore si è aspirato a insetti ed animali.

Pokémon (anime giapponese)
Pokémon (anime giapponese)

Pokémon: L’anime giapponese

Nell’anime giapponese, il protagonista della storia è Ash Ketchum, un ragazzo della città di Pallet (Biancavilla, nel videogioco), che parte per un viaggio per diventare allenatore di Pokémon, ed il primo di queste creature, che viene affidato, è un Pikachu, dall’aspetto di un roditore, di colore giallo, che emette scariche elettriche. Durante questo suo peregrinare, nel corso delle varie serie, si uniscono a lui e al suo amico Pokémon, altri compagni, e i primi (o meglio storici) sono Misty, un’allenatrice di Pokémon d’acqua, e Brock, un aspirante allevatore di Pokémon.

Mano a mano che gli episodi della serie, e le versioni dei videogiochi, si sono susseguite, i Pokémon sono diventati una vera e propria mania, che si estesa anche ai film, alle carte da gioco, ai vari gadget, etc.

Popolarità e critiche sui Pokémon

Sebbene in molti trovino adorabili queste creature, non sono mancate nemmeno le critiche e le controversie, su di loro. A cominciare da quelle religiose: molti cristiani statunitensi, infatti, hanno sostenuto che questi personaggi immaginari abbiano un’origine satanica. Tuttavia, il Vaticano, sul suo canale satellitare, si è espresso di parere diverso. Le critiche si sono estese anche ad argomenti come il razzismo, il gioco d’azzardo (nato con le carte da gioco) e la crudeltà verso gli animali.

Ad accrescere la loro popolarità sono stati sicuramente anche i film, a cominciare dal primo: Pokémon il film – Mewtwo contro Mew. Il film è incentrato su un Pokémon artificiale, Mewtwo nato dalla clonatura di un altro Pokémon, Mew, per l’appunto. Mewtwo si era già intravisto in un paio di episodi della prima serie, e durante il film si scopre che era stato realizzato da Giovanni, il capo del team Rocket (gli antagonisti della serie che cercano di catturare dei Pokémon di altri allenatori).

Mewtwo, in seguito, si è ribellato a chi l’aveva creato, e si prefissa l’obbiettivo di rubare altri Pokémon, ma sarà ostacolato da Mew ed Ash e i suoi amici.

A differenza di molti anime, i Pokémon originariamente non erano un manga. I fumetti sono usciti dopo la serie televisiva, libri compresi.

Nonostante siano passati più di dieci anni dalla loro prima uscita come videogioco, i Pokémon continuano ad essere popolari tra i ragazzi e gli appassionati di anime e manga, e vengono trasmessi ancora oggi, e il loro ultimo videogioco, Pokémon Ultrasole e Ultraluna, è uscito nel 2017 (senza contare i videogiochi ispirati alla serie madre). Attualmente vengono trasmessi sul canale K2.

Per maggiori informazioni sull’anime, il videogioco, la storia e per conoscere il sito ufficiale di Pokemon visita: https://www.sito-ufficiale.com/pokemon/.

Pokémon (anime giapponese)
Vota questo articolo

Amministratore del sito Forum Plus, appassionato di Internet, informazione e cultura.

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

About Forum Plus

Amministratore del sito Forum Plus, appassionato di Internet, informazione e cultura.

View all posts by Forum Plus →