Il lavoro del fabbro

Per secoli il lavoro del fabbro è stato considerato tra i più importanti di tutti. I suoi servizi erano richiesti da quasi tutti i membri della comunità in cui lavorava.

Il lavoro del fabbro in passato fino ad oggi

Il lavoro del fabbro di solito era il ferrare un cavallo (anche al giorno d’oggi), fabbricare un cancello, realizzare ferri, attrezzi agricoli e realizzare ruote di ferro per carri. Si occupava, e si occupa ancora oggi, di fabbricare o di effettuare riparazioni agli attrezzi agricoli, o di produrre diversi oggetti ad uso domestico come portalampade, pinze, forbici, pentole, portacandele, ferri per il camino, coltelli, posate e le classiche serrature per la porta di casa.

Il lavoro del fabbro nel passato e ai nostri giorni

Il lavoro del fabbro nel passato e ai nostri giorni

La fucina del fabbro in passato

In passato, di solito la fucina di un fabbro era situata vicino a una strada e vicino a dell’acqua corrente. I passanti fare una chiacchierata con il fabbro e la fucina non era mai senza un gruppo di fabbri. Alcuni di loro aspettavano il loro turno per un lavoro da fabbro, mentre altri, semplicemente passavano il loro tempo nella fucina come in un luogo di intrattenimento. Le donne visitavano molto raramente in una fucina, e se arrivavano con qualche lavoro per il fabbro, non entravano quasi mai e di solito andavano via in fretta.

Incudine del fabbro

Incudine del fabbro

Nessun fabbro aveva difficoltà a radunare un gruppo di vicini per coltivare il loro giardino e guai a chiunque si rifiutasse di aiutare quando glielo chiedeva, togliendo così al fabbro tempo prezioso da dedicare al suo lavoro più importante nella fucina. Il fabbro era rispettato ed era anche un temuto membro della comunità. Era risaputo che poteva impadronirsi di incantesimi. Poteva sempre raggiungere i suoi scopi. Lavorava tutto il giorno con il ferro ed era risaputo che il ferro era una salvaguardia contro i poteri del male.

Il fabbro come dentista e come medico

Il fabbro non era solo il metalmeccanico locale, era anche il dentista di quei tempi. Quando una persona aveva mal di denti, la soluzione era di visitare la fucina del fabbro per togliere il dente. Il fabbro legava un pezzo di corda al dente e l’altra estremità la legava ad un incudine per poi farla cadere a terra per estrarre il dente. Per cicatrizzare la gengiva, il fabbro utilizzava un pezzo di ferro rovente. Alcuni fabbri, estraevano i denti dai loro pazienti utilizzando le dita con delle pinze a ferro di cavallo.

Il fabbro come dentista e medico

Il fabbro come dentista e medico

Non solo il fabbro nella sua fucina si occupava di fare anche il dentista, ma poteva anche curare le verruche e altri disturbi della pelle. Utilizzava l’acqua che usava per raffreddare il ferro caldo sulla pelle delle persone.In passato, si credeva che se la stessa acqua applicata a un occhio sporgente tre giorni di fila alla mattina, avrebbe curato lo strabismo. Le applicazioni con l’acqua per raffreddare il ferro potevano avere molte applicazioni differenti nelle cure delle persone, ritenuta praticamente come “miracolosa”.

Il fabbro trattava anche la cura dei cavalli curando le escoriazioni che venivano trattate con lavaggi, usando l’acqua del trogolo(1). A quei tempi, alcuni credevano che il fabbro aveva il potere di lanciare maledizioni girando l’incudine mentre malediceva la persona che gli aveva fatto un torto.

Si diceva che un buon fabbro aveva un occhio più preciso nelle misure. Poteva dire a colpo d’occhio con uno scarto di nemmeno un centimetro la lunghezza del ferro richiesto per la fascia di una ruota o l’altezza esatta di un cavallo o di un pony.

Altri articoli sulla casa che ti potrebbero interessare:

Note   [ + ]

1.Trogolo: Vasca rettangolare in muratura, costruita all’aperto, in campagna, per lavarvi i panni o gli ortaggi.
Torna su - Forum Plus