Alieni sulla Terra

Alcuni studiosi di storia e archeologi affermano che gli alieni sulla Terra ci sono stati in antichità. Alcuni traduttori che nel passato hanno tradotto la Bibbia in varie lingue, iniziarono alcune ricerche sulle origini delle religioni e trovarono antichi testi che avevano in comune parecchie cose con le altre religioni; “Qualcuno scende dal cielo e va dagli uomini“.

Alieni sulla Terra: Le prove nell’antichità

I nostri antenati non potevano capirlo, “qualcuno che scendeva dal cielo” per loro non potevano essere altro che dei. Gli “umani primitivi” potevano essere stati influenzati da dei o da extraterrestri? La risposta più plausibile sembrerebbe più la seconda. Studiosi, ricercatori, storici, archeologi e traduttori hanno cominciato a cercare in tutto il mondo delle prove di questa presunta presenza nel passato di una civiltà aliena che ha contatti con l’uomo nell’antico Egitto. Di queste prove, possiamo trovare quelle pittoriche:

Prove pittoriche dell'esistenza degli alieni

Prove pittoriche dell’esistenza degli alieni

Astronave spaziale

Astronave spaziale

Esistono anche tantissime indicazioni dalla letteratura antica in cui parlano di “esseri provenienti dal cielo”. In questi ultimi tempi, tutti parlano della possibilità di poterci muovere nello spazio ma anche su possibilità che possano esistere altre civiltà da qualche parte nella galassia.

Gli extraterrestri torneranno

Gli extraterrestri torneranno è un libro del 1970 dove si possono leggere prove e testimonianze sugli studi condotti su questo argomento. Un bestseller che ai suoi tempi, ha rischiato di non essere mai stato pubblicato.

Questo libro, oggi è tradotto in svariate lingue, anche ovviamente in Italiano, ma l’autore, ai tempi inviò il manoscritto a ben 20 differenti editori ma nessuno era interessato alla sua pubblicazione. Solo grazie ad un settimanale svizzero il libro prese piede e diventò un bestseller prima in Svizzera, poi in Germania e poi nel resto del mondo. Nel 1970, uscì al cinema un film documentario e in seguito un altra dozzina di libri che diventarono anche loro un bestseller su questo argomento. Sostanzialmente in questi libri il concetto fondamentale era:

Degli dei dallo spazio cosmico erano giunti sul nostro pianeta e avevano aiutato a creare la civiltà.

Tracce di civiltà aliene nell’antichità

Una domanda che viene da porsi su un contatto tra alieni e i nostri antenati sarebbe; come avrebbero potuto comunicare fra loro? Ma la domanda più comune che ci possiamo porre su questo argomento è; Esistono prove materiali della loro presenza migliaia di anni fa? Potrebbero esserci delle risposte a questi quesiti, una di queste, può essere la presenza di antiche tracce di atterraggio che possiamo trovare nel deserto del Perù a Nazca.

Piste di atterraggio

Piste di atterraggio

Alcune di queste piste, sono lunghe decine di chilometri, perfettamente dritte. Insieme a queste piste, possiamo vedere, ma solo dall’alto, degli enormi disegni. Sono situati vicino a queste piste di atterraggio come ad indicare; “Siamo qua, siete i benvenuti”.

Disegni enormi fatti dall'uomo nell'antichità

Disegni enormi fatti dall’uomo nell’antichità

Il mistero è proprio questo; perché migliaia di anni fa l’uomo ha costruito delle piste di atterraggio con enormi disegni di indicazioni? Varie spiegazioni controverse suggeriscono che queste piste in realtà sono solo segni di vari canali di irrigazione, calendari e sentieri per l’adorazione religiosa. Però, se si guardano queste piste e questi enormi disegni dall’alto, su un aereo, sembra proprio di essere su un aeroporto. Sembra proprio che a quei tempi, si cercava di segnalare la propria posizione a qualcuno che poteva volare. Alcune montagne di Nazca, sono state spianate artificialmente per realizzare delle strisce piane che sembrano proprio essere delle piste di atterraggio.

Misteriose linee e disegni di Nazca

Misteriose linee e disegni di Nazca

Gli enormi disegni, grandi centinaia di metri, secondo alcuni erano solo opere artistiche o zone religiose. Però, sembra veramente difficile non immaginare che queste immense opere sono state fatte in antichità per essere ammirate dall’alto. Migliaia di anni fa, ammirare queste opere dall’alto sarebbe stato impossibile per l’uomo.

La bibbia e gli extraterresti

Nel vecchio testamento, esistono molti riferimenti alla visita di Dio e degli angeli sulla terra. A volte, queste visite sono state accompagnate da un fortissimo rumore e nuvole di fumo. Nel libro di Ezechiele, il profeta afferma di essere stato in presenza di esseri celesti provenienti dal cielo a bordo di una macchina volante. Per molti, si tratta di una dettagliata descrizione di un incontro ravvicinato di terzo tipo con degli alieni.

Ezechiele e le macchine volanti

Ezechiele e le macchine volanti

Nel racconto di Ezechiele, questi esseri si spostavano volando su troni volanti ed erano esseri di sembianze umane. Descrisse inoltre non solo quello che vedeva, ma anche quello che sentiva. Il movimento di questi esseri su queste macchine, emettevano un rumore come quello di una cascata.

Enoch, il primo essere umano rapito dagli Alieni

Sempre secondo alcuni antichi testi biblici, Enoch, il sesto discendente diretto di Adamo ed Eva, si dice che fu rapito da Dio per 300 anni. Viene portato in cielo e davanti all’altissimo, comprenderà che Dio vuole che gli viene insegnata la loro lingua e che gli verrà insegnata la scrittura. Enoch, scrisse dei testi, e ancora oggi, se ne possono trovare delle traduzioni e dei libri che ne raccontano la storia:

Quando furono scritte queste storie, la scrittura in se stessa era relativamente nuova a quell’epoca. Quasi tutte le religioni presentano un momento in cui sono stati in presenza di una divinità con poteri o capacità sovrannaturali. Divinità che discendono sulla terra e influenzano la vita dell’uomo. Rapimenti alieni e avvistamenti UFO in passato erano descritti come meglio potevano, di certo, non potevano avere le stesse conoscenze che abbiamo oggi.

Artefatti

In Colombia, sono stati rinvenuti migliaia di artefatti tombali che raffigurano aerei e altri velivoli. Somigliano agli aeroplani di oggi, con tanto di ali, fusoliera e la pinna in coda verso l’alto che assolutamente non appare in natura. Riproduzioni di aeroplani che però sono state realizzate migliaia di anni fa prima dell’invenzione dell’aeroplano. Come potevano realizzare a quei tempi modellini di aeroplani che utilizzano tecnologia di aerodinamica moderna? Probabilmente, video qualcosa di simile volare in cielo:

Modellini Colombiali

Modellini Colombiali

Un artefatto davvero molto interessante è un antica scultura che mostra un uomo indossare un casco e che tiene in bocca un qualcosa, che sembra proprio essere un respiratore:

Antica scultura di un astronauta

Antica scultura di un astronauta

Sotto al casco, c’è un quadrante che sembra proprio essere un dispositivo con dei comandi. Questa statua si trova in un museo, insieme ad altre rappresentazioni che sembrano proprio mostrare degli uomini (o alieni) che indossano una tuta spaziale.

Le piramidi

Le piramidi sono collegate agli Dei, che un tempo discesero dal cielo sulla terra. Come hanno fatto gli antichi Egizi ad impilare ben oltre 2 milioni di blocchi di roccia calcarea e granitica per creare la grande piramide di Giza? Enormi blocchi che potevano pesare anche 1000 tonnellate. La piramide di Giza è la più grande e più antica delle piramidi che si possono trovare in Egitto. Si ritiene che fu costruita in un periodo di 22 anni e si concluse intorno al 2560 a.C. Secondo alcuni però, i conti non tornano e gli antichi Egizi non potevano aver costruito questa grande piramide in soli 22 anni. Questi enormi blocchi (Oltre 2 milioni) sarebbero dovuti essere stati impilati alla velocità di almeno 9 secondi per impiegarci 22 anni.

Piramide di Giza

Piramide di Giza

I blocchi sono impilati in maniera talmente precisa, anche i moderni architetti e costruttori troverebbero molto difficile realizzare una piramide di queste dimensioni. L’interno di una piramide è costruita con una tale precisione che sembra proprio impossibile che siano state costruite a mano. Deve esserci stata necessariamente la trasmissione di conoscenze che riguardano l’architettura per riuscire a realizzare queste immense opere.

Secondo alcuni antichi testi, gli antichi Egizi affermavano che le piramidi sono state costruite da loro, cioè dagli esseri umani, ma con l’assistenza dei guardiani del cielo, cioè degli dei. Quindi, secondo alcuni, si suppone che le piramidi siano state costruite dagli umani ma con l’aiuto di tecnologie extraterrestri. Un’altra”strana coincidenza”, se così la si può definire, è la costruzione di altre piramide nel resto del mondo come in India e in Messico e in altri paesi del mondo.

Piramide Chichen Itza in Messico

Piramide Chichen Itza in Messico

Archeologie e scienziati non riescono ancora oggi a spiegarsi perché alcune culture di diverse zone del mondo hanno costruito piramidi nello stesso identico modo.

Conclusioni

In questo articolo vi abbiamo riportato solo alcune delle presunti prove di contatti extraterrestri e di alieni che sono venuti sulla Terra. Nei musei di tutto il mondo esistono moltissimi manufatti che testimonierebbero l’avvenuto contatto con esseri provenienti da altri pianeti. Anche negli antichi testi e nei manoscritti del passato se ne parla. Se cercavate prove tangibili dell’esistenza degli extraterrestri, probabilmente le abbiamo sempre avute. Se invece riuscite a trovare una spiegazione a tutti questi misteri che da anni sono ancora tutti da svelare, allora non ci resta altro che attendere fino a quando non ci saranno prove certe.

Articoli correlati che ti potrebbero interessare:

Alieni sulla Terra
10 (100%) 2 votes

Amministratore del sito Forum Plus, appassionato di Internet, informazione e cultura.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
    1
    Share