Forum Plus: Scienza, cultura, arte e curiosità, tutto in un unico sito.

Animali che possono sopravvivere senza testa

Articolo che riguarda casi di animali che possono sopravvivere senza testa. Animali e insetti che possono sopravvivere ad una decapitazione della testa esistono veramente.

Scarafaggi

Gli scarafaggi possono essere degli insetti veramente molto fastidiosi. Molte persone hanno avuto a che fare con loro cercando di liberare casa da questi piccoli e fastidiosi piccoli mostri. In caso di infestazione in casa, è quasi impossibile eliminarli tutti perché sono incredibilmente resistenti.

Scarafaggi - Animali che possono sopravvivere senza testa

ScarafaggiAnimali che possono sopravvivere senza testa

Infatti, basta ricordare che queste creature esistono da trecento milioni di anni. Da allora, ancora oggi strisciano sulla terra dai tempi dei dinosauri. Quando ci fu il cataclisma che spazzò via i grandi rettili, loro già c’erano e riuscirono in qualche modo a sopravvivere fino ad oggi.

Questi insetti possono sviluppare delle difese naturali contro quasi tutto ciò che gli umani usano per eliminarli. Possono mangiare qualsiasi cosa e si adattano molto bene a qualsiasi ambiente, anche i più ostili. Un’infestazione di questi inserti può essere una vera battaglia.

Tuttavia, una cosa che è probabilmente la più inquietante riguardante questi insetti è che possono facilmente fare a meno della loro testa. Proprio così, se uno scarafaggio perde la testa non solo sopravviverà alla ferita che è fatale per la maggior parte delle creature ma può anche prosperare per diverso tempo.

Ma com’è possibile? la risposta sta nella struttura corporea dello scarafaggio. Il cervello dello scarafaggio non controlla le funzioni corporee tanto quanto negli altri animali. Il loro cervello non invia così tanti impulsi nervosi e ciò consente alla testa e al corpo di esistere di funzionare separatamente per un po di tempo.

Gli scarafaggi respirano attraverso piccoli fori in varie parti del corpo che non sono controllati dal cervello. Quindi, quando uno scarafaggio viene decapitato, il corpo può ancora eseguire funzioni semplici come respirare e persino correre. Guadagna meno informazioni di quante ne avrebbe con il cervello ma può ancora sopravvivere.

Senza la testa, uno scarafaggio può vivere ancora per circa due settimane o fino a quando non soccombe alla disidratazione. Uno scarafaggio ha bisogno della testa per nutrirsi e per bere, quindi, quando perdono questa abilità vivono solo finché hanno abbastanza cibo nella pancia.

Pollo

Un pollo che ha perso la testa nel 1945, di cui tralasciamo i dettagli cruenti di questa mancanza, è sopravvissuto senza testa. Questo perché il corpo di un pollo non è interamente controllato dal cervello stesso. Questo pollo senza testa ha continuato a vivere per un altro anno e mezzo senza il tronco cerebrale.

L’arteria coronarica era incolume quando è avvenuto il processo di decapitazione, quindi, l’uccello è riuscito a sopravvivere senza testa. L’agricoltore proprietario di questo pollo aveva deciso di tenerlo in vita attraverso l’alimentazione liquida.

Moscerini della frutta

Anche i moscerini della frutta possono sopravvivere senza testa. Anzi, praticamente perdere la testa non li disturba affatto. Un moscerino della frutta senza testa può sopravvivere per diversi giorni apparentemente senza nemmeno accorgersene. Può volare in posizione verticale, camminare e persino provare ad accoppiarsi.

Tuttavia, cercare di accoppiarsi senza testa non ha quasi mai successo perché le femmine sembrano preferire i corteggiatori con la testa. Come possono sopravvivere senza testa i moscerini della frutta? accade perché hanno un ulteriore cervello nascosto nel corpo.

Anche senza occhi per vedere, i moscerini della frutta volano abbastanza bene nell’aria grazie ai loro organi sensoriali. Quindi, in pratica non hanno bisogno della testa se non per alimentarsi.

Rospo

Come ogni anfibio, i rospi sono governati dal loro cervello che prende le decisioni e memorizza le informazioni. Ma c’è stato un caso molto interessante che lasciò il mondo scientifico senza parole per molto tempo prima di essere spiegato nel 2016. Una studentessa dell’università del Massachusetts ha trovato un rospo nei boschi che era praticamente senza testa.

Non è chiaro cosa sia successo al povero animaletto ma non sembrava preoccuparsi della sua situazione. In effetti, saltellava abbastanza allegramente e addirittura gracchiava un po con quello che restava della sua bocca. Questa studentessa aveva condiviso un video della sua scoperta su twitter che è diventato virale.

La spiegazione più plausibile sostenuta da molti scienziati è che la perdita della testa del rospo non ha coinvolto il tronco cerebrale che è responsabile di molte semplici reazioni. L’animale può quindi vivere con i suoi istinti e riflessi che non sono controllati da altre parti del cervello.

Leggi anche:
5 video da brividi

Quindi, se non c’è troppa perdita di sangue, la testa non è necessaria perché continui a far vivere il rospo. Purtroppo però, l’animale senza testa non sarà in grado di nutrirsi e questa sfortunata condizione lo rende anche molto vulnerabile agli attacchi dei predatori.

Conclusioni sugli animali che possono sopravvivere senza testa

Animali che sopravvivono senza testa sono storie tristi e terrificanti. Sicuramente avrete sentito parlare di qualche allevatore che ha avuto l’esperienza di vedere animali da allevamento decapitati, alzarsi, correre e fare movimenti senza avere la testa. Se vi siete sempre chiesti come sia possibile una cosa del genere, ora lo sapete.

Non si tratta di “spasmi muscolari” o cose del genere, si tratta del fatto che molti animali non hanno bisogno di tutto il cervello per le loro funzioni motorie. Personalmente, da amante degli animali, mi spiace moltissimo scrivere queste informazioni piuttosto macabre, ma si tratta solo di informazioni, nient’altro.

Come tali, queste informazioni per nessun motivo devono essere fraintese o devono portare al maltrattamento degli animali. Gli animali, fanno parte del nostro mondo e della nostra vita e sono esseri viventi che devono avere il nostro rispetto.

Attenzione: Articolo pervenuto per email, fonte sconosciuta.

Altri articoli a tema “Horror e mistero” che ti potrebbero interessare:

Condividi
  •  
  •  
  •