Turismo a Santiago

Se vi state chiedendo come sia il turismo a Santiago, ve lo spieghiamo in questa guida. Si tratta della capitale più grande del Cile, una delle più grandi città delle Americhe la cui popolazione totale è di sette milioni di abitanti.

Santiago

Dall’Italia, esistono svariati modi per arrivarci. Vi consiglio di leggere questa pagina sul cammino di Santiago in una settimana. Una città interamente situata nella valle centrale del paese fondata nel 1541 dal conquistatore spagnolo Pedro de Valdivia. Capitale del Cile fin dai tempi coloniali che ha un nucleo centrale dell’architettura neoclassica del diciannovesimo secolo e tortuose stradine secondarie.

Turismo a Santiago

Turismo a Santiago

La città di Santiago è modellata da diverse colline isolate e dal fiume Mapocho fiancheggiato da parchi e montagne che contribuiscono al notevole problema di smog della città. Un centro culturale, nonché politico e finanziario che ospita sedi regionali di molte multinazionali. Nel 1990, la città di Santiago aveva già superato i tre milioni di abitanti con la maggioranza di questi che vivevano nel sud.

Le principali vie dello shopping di questa città sono ora state trasformate in passerelle pedonali. La metropolitana è stata ampliata notevolmente, le linee attuali sono state estese e tre nuove linee che sono state costruite tra il 1997 e il 2006 nel settore sud-orientale. Nel caso degli autobus, il sistema ha subito un’importante riforma nei primi anni novanta.

Il distretto civico è stato rinnovato con la creazione della Plaza de la Ciudadanía e la costruzione del Ciudad Parque Bicentenario per commemorare il bicentenario della Repubblica. Lo sviluppo di altissimi edifici continua nel settore orientale, che è culminato con l’apertura di alcuni grattacieli.

Gli edifici e i monumenti

All’interno dell’area metropolitana di Santiago, ci sono 174 siti storici sotto la custodia del Consiglio Nazionale dei Monumenti, tra cui monumenti archeologici, architettonici e storici, quartieri e aree tipiche. Di questi, 93 sono situati all’interno del comune di Santiago, considerato il centro storico della città. Anche se nessun monumento è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco, tre sono già stati proposti dal governo cileno.

Durante il diciannovesimo secolo e l’avvento dell’indipendenza, nuove opere architettoniche iniziarono a essere erette nella capitale della giovane repubblica. L’aristocrazia costruì piccoli palazzi ad uso residenziale, principalmente attorno alla Repubblica di quartiere e conservati fino ad oggi. A queste altre strutture hanno adottato tendenze artistiche dall’Europa.

Diverse aree verdi della città sono all’interno e intorno a vari siti di carattere storico. Tra le più importanti vi sono le fortificazioni della collina di Santa Lucia, il santuario della Vergine Maria sulla cima della collina di San Cristobal, la sontuosa cripta del cimitero generale, Parque Forestal, il parco O’Higgins e il parco Quinta Normal.

Leggi anche:
Vacanze in Sabina

Nelle principali compagnie teatrali di Santiago si trovano numerosi progetti nazionali e internazionali con la massima espressione durante il Festival Internazionale del Teatro noto come Santiago a Mil. Si svolge ogni estate dal 1994 e ha riunito oltre un milione di spettatori. Inoltre è il Planetario dell’Università di Santiago del Cile.

Luoghi di intrattenimento

Per i bambini e gli adolescenti ci sono diversi luoghi di intrattenimento, come il parco divertimenti Fantasilandia, lo zoo nazionale o lo zoo Buin alla periferia della città. Il Bellavista, il Brasil, il Manuel Montt, il Plaza Ñuñoa e i Suecia rappresentano la maggior parte dei nightclub, ristoranti e bar della città, i principali centri di intrattenimento serali della capitale.

Al fine di promuovere lo sviluppo economico di altre regioni, la legge vieta la costruzione di un casinò nella regione metropolitana. Santiago ha una vasta gamma di musei di diverso tipo; degli archivi e dai musei come il Museo Nazionale di Storia, il Museo Nazionale di Belle Arti e il Museo Nazionale di Storia Naturale .

La maggior parte dei musei si trovano nel centro storico della città, occupando i vecchi edifici di origine coloniale. In altre parti della città ci sono alcuni musei come il Museo Aeronautico di Cerrillos, il Museo di Tajamares a Providence e il Museo Interactivo Mirador a La Granja.

Quest’ultimo, inaugurato nel duemila è progettato principalmente per bambini e giovani ed è stato visitato da oltre 2,8 milioni di visitatori, rendendolo il museo più frequentato del paese.

Altri articoli e guide sul turismo che ti potrebbero interessare:

  1. Turismo a Venezia in crescita
  2. Bivy Bag La tenda da bivacco 3 stagioni nella variante ultraleggera
  3. La storia di Venezia
  4. Campi estivi per imparare una lingua straniera
  5. Mygrantour Guide turistiche in Italia
Vota questo articolo